COME ACCELERARE IL PROCESSO PER LA CITTADINANZA ITALIANA

 

Ponte Vecchio - Firenze

La legge n. 91/1992 disciplina le norme sulla cittadinanza e prevede, oltre alle ipotesi della definita “cittadinanza per nascita” di cui all’art. 1, ulteriori circostanze idonee all’acquisto dello status di cittadino, come ad esempio la cittadinanza per tempo di residenza e la cittadinanza per matrimonio. Tale tipi di cittadinanza possono essere concesse soltanto mediante un’istanza specifica formulata alla pubblica amministrazione.

Dopo la richiesta di cittadinanza, frequentemente lo straniero si trova in una specie di “limbo” dovuto all’inerzia ed alla morosità dell’apparato amministrativo nel riscontrare la domanda di cittadinanza nel termine legale di 730 giorni (2 anni) dalla presentazione della domanda.

DIFFIDA AD ADEMPIERE

Superato detto termine si può chiedere, tramite l’atto formale intitolato diffida ad adempiere, l’ingiunzione del responsabile del provvedimento ad esporre le ragioni del ritardo ed a compiere un determinato atto. Detto atto rappresenta una valida alternativa all’immediato ricorso al T.A.R., più veloce e certamente meno dispendioso.

Nonostante il termine ordinatorio di 730 giorni, l’amministrazione conserva ugualmente il potere di decidere seppur dopo la scadenza.

Nella maggioranza dei casi la diffida ad adempiere si dimostra efficace nell’accelerare i tempi del provvedimento ed il rilascio della cittadinanza e solitamente non è necessario ricorrere al T.A.R..

RICORSO AL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE

In caso di ulteriore inerzia della pubblica amministrazione, tra il secondo e terzo anno di attesa è possibile avviare un ricorso al giudice amministrativo.

La procedura presso il T.A.R. ha una durata media 5 mesi e avrà come esito la conclusione del procedimento, ma non necessariamente la cittadinanza. Il rilascio della cittadinanza, infatti, non è un diritto del cittadino straniero ma è condizionato alla valutazione della pubblica amministrazione delle condizioni necessarie per la concessione.

ASSISTENZA LEGALE

Il Cavalcanti de Albuquerque offre l’assistenza legale in materia di cittadinanza, sia per la presentazione della domanda di concessione della cittadinanza italiana che per eventuali fasi successive, come nell’ipotesi trattata nel presente articolo.

Richiede un preventivo.

 

Autore: Anita Alves Batista